Articoli taggati con ‘tradizioni’

Canestrelli ai petali di rose

-  2 Commenti

Sabato 13 e Domenica 14 Giugno scorsi a Busalla si è svolta la tredicesima edizione della “Festa delle Rose” , una festa tradizionale dedicata ai prodotti derivati dalla Rosa da Sciroppo della Valle Scrivia  che si svolge ogni anno il secondo weekend del mese di giugno. Tre giorni  dedicati ad un fiore, il cui sciroppo è diventato di recente presidio Slow Food hanno visto animarsi la cittadina con menu a tema presso i ristoratori e dolci assaggi proposti dai pasticceri locali; l’amichevole  sfida fra i barman di Busalla per […] Continua →

I biscotti del Lagaccio ai cereali

-  2 Commenti

Il Lagaccio era un bacino artificiale, nel sestiere di San Teodoro, sulle alture di Genova, voluto da Andrea Doria, doge e condottiero. L’invaso fu costruito per creare una buona riserva d’acqua utilizzata per innaffiare i giardini e alimentare fontane del suo palazzo, fatto costruire ne l 1521, nell’area di Fassolo attigua a Porta S.Tommaso. Il bacino era connesso alla residenza del principe Doria con un lungo acquedotto in muratura ultimato nel 1540 insieme a un lavatoio pubblico usato dalle massaie. L’invaso era […] Continua →

La torta di riso genovese

-  1 Commento

La cucina ligure si può definire una miscellanea di ripieni e verdure che vanno dai polpettoni alle torte di verdura, alle verdure ripiene, alla cima, ai ravioli, insomma tutto ciò che permettesse di assemblare gli ingredienti più disparati in un piatto unico, appetitoso e nutriente, che rispecchiasse le preferenze (o necessità) dei liguri per il mangiare “di magro” ed in particolare per i cibi a base di verdure e cereali. Le torte in Liguria hanno antiche origini ed hanno stimolato in ogni epoca la […] Continua →

I Gobeletti

-  3 Commenti

Capita spesso che riguardo alla paternità di una ricetta si accenda una diatriba, è il caso dei dolci simbolo delle due Riviere: i “cubeletti” del Tigullio ed i “gobeletti” del Ponente, da Cogoleto a Finale.     Nome a parte, che i primi fanno risalire dall’antico genovese alla parola “complimenti”, mentre per i secondi deriva da “cappellettü“ in dialetto, cioè piccolo cappello, il cobeletto o gobeletto è un dolcetto di pasta frolla che contiene al suo interno confettura di mele cotogne, come vuole la […] Continua →

I cappellacci al profumo di maggiorana

-  1 Commento

“…un piatto curioso costituito da ravioli rigorosamente magri riempiti con un miscuglio di cinque erbe che non hanno cittadinanza negli orti comuni. Queste cinque erbe vengono raccolte esclusivamente sul Monte di Portofino, manipolate, amalgamate con estrema attenzione fino a che la manciata d’erbe non si muta in un succoso preboggion…”     Preboggion è un termine del dialetto ligure non traducibile nella lingua italiana che deriva probabilmente da preboggi che significa scottare ed indica una mistura di erbe selvatiche. Un’altra curiosa origine […] Continua →

Il Pandolce genovese

-  11 Commenti

«I dinae son riöndi e s’arrigôan» I denari sono rotondi e rotolano. Voglio raccontarvi una storia che forse non avete mai sentito sul pandolce, un’ usanza natalizia genovese, ormai quasi dimenticata nella sua antica denominazione, quella del «dinâ da nuxe», cioè i denari della noce. Per Natale i negozianti erano soliti fare un piccolo omaggio a chi lavorava per loro ed ai loro clienti più affezionati, un gesto di riconoscenza, una sorta di premio fedeltà: il «dinâ da nuxe» dei panettieri era il dono di un […] Continua →

La Galette de Rois

-  15 Commenti

Ho appena infornato. Intanto incomincio a scrivere la ricetta, mentre si sprigiona un profumo di burro e mandorle da far girare la testa. Inspiro profondamente, immaginando la ricca crema dolce e burrosa avvolta dagli strati della pasta sfoglia dorata e zuccherina. Questo dolce se la merita davvero la corona con la quale viene servito! La tradizione vuole che al suo interno sia nascosto un portafortuna, una volta era un fagiolo, poi è stato sostituito da una piccola statuetta in ceramica. Quando è […] Continua →

Whoopie!!!

-  16 Commenti

Che cosa si intende per “contaminazioni”? Quella ricetta che combina elementi associati a diverse tradizioni culinarie. Cara Vaty quando si tratta di immaginazione, creatività e sperimentazione mi riesce difficile resistere e non farci nemmeno un pensierino, diventa una sfida con me stessa che dura finchè ricevo come per incanto l’illuminazione…non è proprio un lampo, ma un istante in cui improvvvisamente tutto si fa chiaro, un momento di indicibile quiete che mette fine al mio lavorio mentale. E poi questo contest che vede impegnate […] Continua →

1 2