Pancake con crema di nocciole

-
2 Commenti

 

Alla base dei pancake classici, quelli che tradizionalmente in America vengono gustati a colazione con mirtilli e sciroppo d’acero, ci sono pochi e semplici ingredienti: farina, latte, uova e burro.

Eppure anche una ricetta semplice come quella dei pancake ha i suoi metodi e i suoi segreti, vi lascio qualche suggerimento.

 

 

1. Evitate di mescolare troppo il composto dopo aver aggiunto gli ingredienti liquidi.
Lavorate quel tanto che basta per amalgamare gli ingredienti, il composto non dovrà
essere perfettamente liscio. Per questo motivo setacciate la farina per eliminare i grumi oppure semplicemente rompete i grumi con la frusta.

 

2. Assicuratevi che gli ingredienti siano a temperatura ambiente.
Altrimenti non riuscirete a stemperare la crema di nocciole.

 

2. Date tempo all’imapasto di riposare.
Almeno 15 minuti, meglio mezz’ora.

 

3. Ungete la padella con un piccolo pezzetto di burro.
Io lo preferisco all’olio, però utilizzate burro chiarificato oppure, ogni volta, passate della carta da cucina per rimuovere tracce di burro bruciato.
Per quanto riguarda la padella potete utilizzarne una grande e cuocerne contemporaneamente più di uno oppure cuocerli in un padellino da 12 cm di diametro, sarà più facile averli con una forma regolare.

 

4. Mentre cuocete i pancakes prestate attenzione.
Non fate dell’altro perchè dovrete abbassare la fiamma se prendono troppo colore sotto prima che la pastella sopra si sia solidificata, mettere un pochino più di burro se tenderanno ad attaccarsi, girarli quando la parte cruda in superficie formerà delle bolle e i bordi inizieranno a seccarsi e a prendere colore.

 

 

 

Pancake con crema di nocciole

Per 6/8 pancakes

Ingredienti

    Per i pancake:
  • 150 g di farina debole W160
  • 4 tuorli
  • 4 albumi
  • 6 g di lievito per dolci
  • 200 g di latte
  • 20 g di zucchero
  • 60 g di crema di nocciole
  • 1 pizzico di sale fino
  • Per le pere caramellate:
  • 2 pere
  • 30 g di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • 2 cucchiai di acqua
  • 100 g di sciroppo d'acero
  • cannella
  • In più:
  • Burro per la cottura
  • Crema di nocciole per decorare

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparare le pere: sbucciarle, eliminare il torsolo e tagliarle a cubetti.
  2. Sciogliere in una padella il burro, aggiungere le pere con lo zucchero, portate a cottura a fuoco basso fino che lo zucchero inizia a caramellare, aggiungere l’acqua e abbassate al fiamma.
  3. Cuocere fino che le pere si saranno ammorbidite ma non disfatte, mescolando ogni tanto con delicatezza e, una volta cotte, aggiungere lo sciroppo d'acero, lasciare sobbollire qualche minuto. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.
  4. Per i pancakes: setacciare in una ciotola la farina con il lievito e il sale.
  5. Sbattere leggermente i tuorli con il latte e lo zucchero e versarli nel centro amalgamando gradualmente la farina con una frusta. Aggiungere la crema di nocciole leggermente intiepidita per renderla più fluida e lavorare con la frusta fino ad ottenere una pastella omogenea.
  6. Montare a neve gli albumi e incorporarli alla pastella delicatamente per non smontarli.
  7. Scaldare su fuoco basso una piccola padella antiaderente, versare due cucchiaiate di composto e cuocere fino a che non si vedranno apparire piccole bolle in superficie. Girare i pancakes sull'altro lato e terminare la cottura.
  8. Tenerli in caldo.
  9. Servire i pancakes con le pere caramellate e il loro sciroppo, aggungendo a piacere altra crema di nocciole.
http://www.valentinavenuti.it/2021/03/pancake-con-crema-di-nocciole/

 

 

Ci sono 2 commenti su Pancake con crema di nocciole

  1. saltandoinpadella
    19 Marzo 2021 alle 17:15 (9 mesi fa)

    Io lascio riposare l’impasto la notte in frigo. E devo dire che così mi sembra vengano bene

    Rispondi
    • superadmin
      20 Marzo 2021 alle 7:13 (9 mesi fa)

      Può essere comodo, così la mattina dopo hai già l’impasto pronto…ma non ti si smonta un pochino l’albume?

      Rispondi

Lascia la tua risposta a saltandoinpadella Cancella la risposta

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.