Crostata alla crema di cocco con frutti di bosco

-
11 Commenti

“La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”

Diceva così Forrest Gump l’altra sera in una scena del film che guardavamo io e Giorgia sul lettore dvd portatile accoccolate una vicina all’altra sul letto dell’ospedale.

E tra me e me pensavo quanto fosse azzeccata quella frase…nella vita non puoi mai sapere quello che ti capita!

Ecco, quando io all’inizio di questo mese ero così emozionata perchè finalmente avrei ospitato la raccolta Panissimo nel mio blog, non immaginavo proprio che non sarei riuscita a chiuderla in tempo perchè avrebbero ricoverato mia figlia per una settimana e tutto ciò si sarebbe sovrapposto ad un altra scadenza di un impegno importante che avevo preso tempo prima.

Non sto a raccontarvi la preoccupazione, anche se si è trattato solo di una gravissima infezione all’orecchio, ma vedere il dolore in una bambina, perchè anche se ha 13 anni, per me è sempre una bambina, gli occhi che in silenzio chiedono aiuto, le lacrime che scendono coraggiose senza un lamento, i pugni stretti nonostante i farmaci, la preoccupazione dei medici fa già vacillare. Che poi io sia molto fragile perchè dopo mesi non riesco a farmi una ragione della fine di una convivenza, ma soprattutto di un grande amore, questa è un’altra storia, che comunque si va a sommare, perchè nei momenti difficili se hai qualcuno, un compagno, che ti tiene la mano è più facile tirare fuori il coraggio.

Mi sto rendendo conto che, anche se un figlio è sempre un figlio, essere mamma cambia significato lungo le fasi della vita: forse questa è un’età in cui le sento maggiormente, perchè hanno ancora qualcosa di quando erano bambine ma, allo stesso tempo, lasciano intravedere qualcosa di quando saranno donne ed io le posso amare per quel che erano, per quel che sono e per quel che saranno.

Il rapporto è pieno, perchè più maturo, ma ancora privo di quei moti di ribellione, protesta e ricerca di autonomia che caratterizzeranno gli anni a venire.

In ogni caso tutto è passato ed eccomi qui con qualche giorno di ritardo con una bella torta,

 

crostata crema di cocco e frutti di bosco-1-4

 

ciò che ci vuole per festeggiare la guarigione della mia bimba, il primo compleanno del blog che nel trambusto è passato completamente in cavalleria e

la chiusura della raccolta di Panissimo #18 con l’estrazione a sorte di un vincitore a cui sarà spedito un’assortimento di farina Molino Grassi

Ho lasciato fare ad un paio di manine che hanno estratto la ricetta n.8

 

PicMonkey Collage

 

quindi…complimenti a Tiziana del blog Profumo di broccoli!!!

ed un grazie di cuore a tutti voi che siete passati e che magari ancora passerete di qui

____________________________________

crostata crema di cocco e frutti di bosco-1

Crostata alla crema di cocco con frutti di bosco

Crostata alla crema di cocco con frutti di bosco

Ho realizzato questa crostata con una base di pasta frolla arricchita con farina di mandorle, ricetta di Maurizio Santin, ed una crema pasticcera profumata con latte di cocco, che trovo sia ottima e molto adatta alla stagione estiva in abbinamento ai frutti di bosco.

Ingredienti

    Per la base di pasta frolla alle mandorle:
  • 150 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di farina di mandorle
  • 60 g di tuorli
  • 250 g di farina per torte e biscotti Molino Grassi
  • i semi di un baccello di vaniglia
  • (io ho dovuto aggiungere un cucchiaio di acqua)
  • 3 g di sale
  • Per la crema pasticcera al cocco:
  • 250 ml di latte
  • 250 ml di latte di cocco non dolcificato
  • 120 g di zucchero
  • 40 g di amido di riso
  • 60 g di tuorlo
  • Per decorare:
  • 500 g di frutti di bosco a piacere

Istruzioni

  1. Per la frolla impastate lo zucchero, il burro, la vaniglia, la farina di mandorle, i tuorli e metà della farina.
  2. Quando l'impasto incomincia a diventare omogeneo, aggiungete la farina rimasta ed il sale.
  3. Avvolgete l'impasto nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero almeno 2 ore, meglio se un giorno intero prima di utilizzarlo.
  4. Nel frattempo preparate la crema: versate in un pentolino il latte ed il latte di cocco. In una ciotola montate con una frusta i tuorli con lo zucchero, aggiungete la fecola, fino ad avere un composto ben amalgamato e senza grumi, aggiungete a filo il latte ed infine portate lentamente al bollore mescolando lentamente fino a che sarà densa.
  5. Versate la crema in una ciotola, copritela con della pellicola per alimenti a contatto (solo se non contiene pvc perchè la pellicola a contatto con alimenti grassi rilascia ftalati che sono nocivi per la salute) e lasciatela raffreddare completamente.
  6. Stendete la pasta frolla e foderate uno stampo rettangolare di 11x35 cm, bucherellate con una forchetta, coprite con carta da forno, riempite con dei fagioli secchi ed cuocete a 180°C per circa 15-20, facendo attenzione che i bordi non prendano troppo colore. Sfornate ed eliminate i legumi e la carta forno ed infornate di nuovo per 10-15 minuti alla stessa temperatura in modo che la pasta si asciughi e diventi dorata.
  7. Lasciate raffreddare completamente la base, riempitela con la crema al cocco e decorate con frutti di bosco a piacere.
  8. Lucidate eventualmente con poca gelatina.
http://www.valentinavenuti.it/2014/07/crostata-alla-crema-di-cocco-con-frutti-di-bosco/

 

crostata crema di cocco e frutti di bosco-1-2

 

Ti potrebbero anche interessare:

Whoopie!!!
Morbidissimi panini pull apart al sesamo
Treccia di brioche sfogliata con nocciole e cacao
Le castagnole di ricotta con zucchero alla vaniglia, limone e cardamomo

Ci sono 11 commenti su Crostata alla crema di cocco con frutti di bosco

  1. paola
    4 luglio 2014 alle 15:00 (3 anni fa)

    questo mi era sfuggito o forse me ne ero dimenticata,giugno è il mese delle scartoffie,leggo passo, nei blog ma se non appunto me ne dimentico,complimenti alla vincitrice ,ottima crostata,colorata e golosa,grazie alla prossima occasione,un bacione

    Rispondi
  2. sandra pilacchi
    4 luglio 2014 alle 16:31 (3 anni fa)

    sono felice per Tiziana ma soprattutto sono felice per la guarigione della piccola!!!
    e poi, porca miseria Valentina, ma tu hai le manine d’oro, questa crostata sembra uscita da una pasticceria!!!!
    un abbraccio e grazie per essere stata un’ospite così premurosa per Panissimo!!!!
    Sandra

    Rispondi
  3. Donatella
    4 luglio 2014 alle 16:36 (3 anni fa)

    Essere mamma è un’esperienza meravigliosa, a volte impegnativa ed anche tanto ma che veramente ti da una forza indescrivibile e ti aiuta a guardare avanti sempre.
    Sono contenta che ttto si sia risolto e questa crostata è la perfetta “consolazione”.
    Un abbraccio e brava anche la Tiziana!

    Rispondi
  4. Ale titti
    4 luglio 2014 alle 17:44 (3 anni fa)

    Sono molto felice per Tiziana alla quale vanno tutti i miei complimenti, e sono contentissima per la tua piccolina, sò cosa significa avere il proprio figlio in ospedale purtroppo, ma l’importante è che tutto si sia risolto, ora goditi la tua bimba. Un abbraccio a Tiziana e a te!!!!!!

    Rispondi
  5. Zia Consu
    4 luglio 2014 alle 17:55 (3 anni fa)

    Tesoro mi dispiace tantissimo e sono felice di sapere che adesso è tutto ok :-D
    Questa crostata è un inno alla gioia e alla ritrovata serenità, complimenti!

    Rispondi
  6. terry
    4 luglio 2014 alle 18:40 (3 anni fa)

    Io vorrei stringerti forte forte tra le mie braccia per farti sentire tutto l’affetto che provo per te … invece sono lontana e posso solo scrivertelo. Sono contenta che la tua bimba stia bene e per il resto, forza! Noi donne siamo forti e lo sai … il tempo aggiusta tutte le ferite, vedrai. Mi prendo una fetta della tua torta buonissima e faccio gli auguri anche al tuo blog. Complimenti alla vincitrice naturalmente.

    Rispondi
  7. Michela Sassi (A tutto pepe...)
    4 luglio 2014 alle 21:45 (3 anni fa)

    Sono felice che la tua bimba stia meglio… Un abbraccio

    Rispondi
  8. Tiziana Bontempi
    4 luglio 2014 alle 22:23 (3 anni fa)

    Ciao Valentina, purtroppo arrivo con un po’ di ritardo tra le tue pagine, ma finalmente eccomi qui. Prima di tutto voglio dirti che mi dispiace per quello che ti è successo, ma sono altresì contenta che si sia risolto tutto. Hai scritto delle belle cose e le condivido tutte. Anch’io ho una figlia di 3 anni e mezzo che è stata 2 volte in ospedale negli ultimi mesi. Tutto risolto, ma è sempre una sofferenza atroce.
    Complimenti per la tua crostata (anch’io le adoro e le faccio sempre) e complimenti per Panissimo.
    Infine grazie grazie e ancora grazie grazie per l’estrazione! Che manine fantastiche, me le ricorderò sempre! Saprò come far lievitare queste farine del Molino Grassi, lo prometto! Sto già sognando. Non vedo l’ora di averle tra le mie grinfie ;)
    Un grazie anche a tutte le persone che mi hanno citata fin qui e che ho letto con piacere.
    Vorrei essere intorno ad un grande tavolo, con tutte voi, ad impastare queste farine Molino Grassi. Con la fantasia ci sono.
    Ciao!
    Tiziana

    Rispondi
  9. Lucia
    4 luglio 2014 alle 22:48 (3 anni fa)

    Ciao Valentina, per fortuna la bambina è guarita e si può guardare con più ottimismo il futuro…
    Questa crostata è golosissima. Io adoro le crostate, mmhhh!
    E auguri alla vincitrice, un bel premio davvero!
    A presto, Lucia

    Rispondi
  10. anna
    14 luglio 2014 alle 20:56 (3 anni fa)

    salve,
    è la prima volta che leggo il tuo blog e per quello che riguarda la tua vita privata ti posso solo fare tanti auguri. Riguardo alla crostata , l’ho fatta domenica per festeggiare il compleanno del mio nipotino e ti posso dire che mi ha fatto fare un ottima figura, ricevuto un sacco di complimenti che io giro a te.
    ciao
    Anna

    Rispondi
    • Valentina Venuti
      17 luglio 2014 alle 13:55 (3 anni fa)

      Cara Anna ti ringrazio per gli auguri, accadono periodi nella vita in cui nulla sembra andare nel verso giusto, ma poi passano per fortuna! E grazie soprattutto per i complimenti, sono felice che tu abbia fatto questa torta per un’occasione speciale e che vi sia piaciuta :)
      un abbraccio

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.