Le castagnole di ricotta con zucchero alla vaniglia, limone e cardamomo

-
1 Comment

Quest’anno l’influenza mi ha colpito a tradimento…pensavo di essermela scampata ed invece mi ha tenuto in casa quasi una settimana, tanto è vero che non mi sono nemmeno accorta che “fuori” è Carnevale.

Oggi finalmente sono riuscita a recuperare un po’ di energia per preparare una merenda per l’occasione, mentre aspettavo che le mie bimbe tornassero a casa dopo il rientro a scuola, una cosa semplice semplice ma buonissima, che ti porterà via giusto il tempo di friggerli, perchè l’impasto si prepara mentre, messa la padella sul fuoco, l’olio arriva in temperatura.

 

7-DSC_0098

 

La cosa importante è usare una buona ricotta, quella nella foto è del Caseificio Val D’Aveto, che ben conosco, trovandosi in una vallata dell’entroterra ligure non lontano da dove abito, meta di gite domenicali o pedalate in bicicletta, e che ho avuto il piacere di trovare al Salone del Gusto di Torino qualche mese fa.

La ricotta, non omogeneizzata, con una consistenza piuttosto sostenuta, si distingue dalle ricotte industriali per il suo colore bianco non candido ma naturale che diventa ancora più tendente al crema d’estate, per il tipico andamento stagionale del latte delle bovine al pascolo, con variazione della colorazione dipendenti dall’alimentazione.

 

1-DSC_0083

 

Le castagnole di ricotta con zucchero alla vaniglia, limone e cardamomo.

Le castagnole di ricotta con zucchero alla vaniglia, limone e cardamomo.

Ci sono varie ricette per le castagnole, la maggior parte contengono, in proporzione, molta più farina e diversi tuorli, ma questa secondo me rende giustizia ad un'ottima ricotta fresca e la valorizza, oltre al fatto che le frittelle risultano estremamente leggere e delicate.

Ingredienti

    Per le castagnole:
  • 200 g di ricotta
  • 2 uova intere
  • 30 g di zucchero
  • 50 g di composta di arance amare*
  • 150 g di farina Torte e Biscotti
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo per dolci
  • vaniglia dalle bacche
  • 1 pizzico di sale
  • Per lo zucchero profumato:
  • 1 vasetto di zucchero
  • la scorza di un limone
  • 2 bacche di vaniglia svuotate dei semi
  • 1 cucchiaio di capsule di cardamomo aperte

Preparazione

  1. Prepara lo zucchero mettendo le spezie nel vasetto di zucchero e dimenticale per un paio di mesi.
  2. Elimina le spezie ed avrai uno zucchero profumatissimo da utilizzare nei dolci, ma anche nel tè e nel caffè.
  3. Per poterlo utilizzare subito mescola dello zucchero semolato con le stesse spezie ma in polvere e la scorza di limone grattugiata.
  4. In una ciotola mescola la ricotta con le uova, lo zucchero, la vaniglia e la composta di arance.
  5. In un altra ciotola setaccia la farina con il lievito ed il sale.
  6. In una piccola padella profonda scalda l'olio a 170 °C e con l'aiuto di un piccolo porzionatore per gelato o di due cucchiai lascia cadere delle palline d'impasto grandi come una piccola noce.
  7. Non friggerne troppe per volta perchè abbasserebbero la temperatura dell'olio che verrebbe assorbito, con il risultato di un fritto unto e pesante.
  8. Girale più di una volta finchè saranno uniformemente dorate, 3-4 minuti, regolando la fiamma se necessario.
  9. Togli le palline dall'olio e mettile a scolare l'eccesso di olio sopra un vassoio coperto con carta da cucina. Ripeti finchè non hai terminato l'impasto.
  10. Quando si saranno raffreddate appena un po', passale nello zucchero profumato finchè saranno ben coperte.
  11. Servi tiepide.

Note

* potete sostituire con la scorza grattugiata di un'arancia non trattata

http://www.valentinavenuti.it/2015/02/le-castagnole-di-ricotta-con-zucchero-alla-vaniglia-limone-e-cardamomo/

 

5-DSC_0095

 

Come vi dicevo sopra, a Torino ho avuto l’occasione di parlare con la dott.ssa Graziella Pastorini, amministratrice responsabile del controllo qualità dell’azienda e di farmi raccontare la sua storia.

L’azienda nasce nel 1991 con l’intento di riportare in auge il formaggio S.Ste, un formaggio tipico della vallata, prodotto con latte crudo intero, ed acquista il latte solo da allevatori della Val D’Aveto, anche dal versante piacentino.

Sono 27 le stalle del territorio che lavorano per fornire il latte di circa 300 bovine di razza brunoalpina o pezzata rossa friulana, lasciate da Aprile – Maggio fino ad Ottobre – Novembre al pascolo libero, periodo in cui si svolge la festa della transumanza.
L’anno passato c’eravamo anche noi :)

 

PicMonkey Collage

 

Il latte viene utilizzato integro per tutti i prodotti, a testimoniare la biodiversità tra latte di stalla e latte di alpeggio, in modo che lasciato libero di esprimere le sue caratteristiche di stagione e di natura, possa donare sapori unici e mai uguali tra loro.

Tra i formaggi freschi dell’azienda, oltre a ricotta, crescenza, mozzarella, mozzarella e yogurt, la prescinsöa, una cagliata di latte intero, un formaggio cremoso tipico ligure, dal gusto leggermente acidulo, che accompagna e dà personalità a molte delle più apprezzate ricette liguri: dai pansoti alla torta pasqualina.

Ma tornerò a fare qualche altra ricetta con i loro prodotti, così ve ne farò conoscere altri ;)

 

logo1

 

C'è un Commento su Le castagnole di ricotta con zucchero alla vaniglia, limone e cardamomo

  1. Maria Teresa Cutrone
    17 Febbraio 2015 alle 17:12 (5 anni fa)

    Cara Valentina abbiamo gli stessi gusti, anche l’uso delle spezie lo conferma!
    Anch’io ho pensato al cardamomo, abbinato agli agrumi è perfetto. L’ottima ricotta completa l’opera.
    Oggi siamo sotto una stella gemella!
    Buon carnevale carissima <3

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.