Crostata al cioccolato e lamponi

-
Nessun commento

Trovare e ricercare l’ispirazione è uno dei miei principali problemi ed è direttamente legato al mio benessere psicologico: quando sto bene, sono serena, rilassata sono decisamente più predisposta a ricevere ed elaborare stimoli per trasformarli in idee.

Tensione, stress, soprattutto la corsa continua contro il tempo per stare dietro a tutto mi lascia poco spazio all’ispirazione, soprattutto il tempo, il tempo che non c’è. Infatti, finita l’estate, da quando è iniziata la scuola non sono più riuscita a pubblicare nulla.

Il web, di solito, è la risposta a qualsiasi ricerca di idee, anche se dobbiamo essere in grado di assorbire ed elaborare gli stimoli… se non ne siamo in grado per cause varie, siamo al punto di partenza.

In occasione del mio compleanno ero alla ricerca di una torta al cioccolato e lamponi da abbinare ad un vino che un amico avrebbe stappato per l’occasione, quando mi trovo proposta più volte in blog diversi la crostata al cioccolato e lamponi di Yotam Ottolenghi.

La ricetta era stata proposta in Re-Cake nel mese di Aprile e se ne trovano diverse realizzazioni con piccole personalizzazioni.

Cos’è Re-Cake? Cinque blogger che ogni mese cercano nel web qualche ricetta particolare e la pubblicano ad inizio mese. Chi partecipa potrà decidere se rifare la ricetta esattamente come viene proposta, o con delle piccole personali varianti, seguendo le indicazioni che vengono date su cosa poter o meno modificare.

Ovviamente anche io ho fatto le mie personalizzazioni :)

Bando alle calorie, questa crostata è un’esperienza sensoriale da provare assolutamente, per nulla stucchevole, dolce quanto basta, la grassezza del burro e del cioccolato mitigata dal sapore asprigno dei lamponi freschi.

Crostata al cioccolato e lamponi

Per una crostata da 24 cm

Ingredienti

    Per la frolla:
  • 300 g di farina W160
  • 180 g di burro freddo
  • 90 g di zucchero
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 30 g di acqua fredda
  • 2 g sale fino
  • 1 pizzico di vaniglia dalle bacche
  • scorza d'arancia grattugiata
  • Per il ripieno al cioccolato:
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 200 g di burro
  • 2 tuorli d'uovo
  • 2 uova intere
  • 60 g zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • Per completare:
  • 50 g di amaretti
  • 150 g di confettura di lamponi (dolcificata con succo di mela)
  • Per decorare:
  • 200 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 200 g di lamponi
  • cocco grattugiato
  • foglioline di menta

Istruzioni

  1. Per prima cosa prepara la frolla: versa la farina sulla spianatoia e amalgamala con il burro freddo a pezzetti con la punta delle dita velocemente in modo da non scaldare l'impasto. Il composto così ottenuto deve presentarsi sbriciolato. In alternativa utilizza la ciotola del mixer.
  2. Aggiungi lo zucchero e amalgama il tuorlo, l'acqua, il sale e la vaniglia.
  3. Forma una palla con l'impasto, avvolgila in un foglio di pellicola e mettila in frigo per almeno un'ora.
  4. Fai fondere a bagnomaria il burro con il cioccolato a pezzetti. Lascia intiepidire.
  5. Monta le uova intere, i tuorli e lo zucchero con un pizzico di sale. Unisci al composto di uova il cioccolato fuso con il burro.
  6. Togli la frolla dal frigorifero e stendila ad uno spessore di circa 3 mm.
  7. Rivesti una tortiera del diametro di 24 cm con il fondo apribile.
  8. Con i rebbi di una forchetta bucherella il fondo, spargi gli amaretti sbriciolati e copri con la confettura di lamponi.
  9. Versa la crema al cioccolato sopra alla confettura e livella bene con una spatola.
  10. Cuoci in forno caldo a 170°C per circa 35-40 minuti.
  11. Lascia raffreddare completamente.
  12. Decora la torta con la panna montata dolcificata con lo zucchero a velo e i lamponi, spolvera a piacere con il cocco grattugiato.
http://www.valentinavenuti.it/2018/10/crostata-al-cioccolato-e-lamponi/

 

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.