Pane con lievito madre e nocciole

-
6 Commenti

Ormai da quasi due settimane ci svegliamo la mattina, accendiamo la televisione e da quel momento entriamo in un vortice, una spirale di negatività dalla quale non riusciremo ad uscire tutto il giorno. Perché dalla televisione passiamo al computer, dal computer ai social sul cellulare e poi di nuovo alla televisione, senza più nemmeno una pausa tra una brutta notizia e la successiva, tra numero degli infetti, quello dei morti, assalti ai supermercati e speculazioni.

Ci sentiamo sempre più incapaci di reagire, vulnerabili e indifesi, abbiamo sempre più paura.

E’ solo tornando alle nostre vite il più possibile normali che possiamo proteggerci da tutto questo e cercare di prendere qualcosa di buono da ciò che sta accadendo attorno a noi, fermandoci a riflettere su come conducevamo le nostre esistenze e al valore che davamo ad alcuni aspetti che in un momento come questo siamo tornati a prendere in considerazione.

Come fare il pane. E chi aveva tempo prima?

Provate a svegliarvi e ad accendere il forno invece di uno schermo, non c’è nulla che non possa aspettare.
I vostri figli si sveglieranno come le mie, dicendo – Che profumo mamma!
E inizieranno la videolezione con il cuore più leggero.
La fragranza del pane appena sfornato è come una sorta di aromaterapia, ci riporta al concetto di casa, di famiglia, alla voglia di pensare alle cose importanti della nostra vita.

 

Questo pane nasce dall’evento “A caccia di conigli – Facciamo il pane” guidato da Daniela Di Giuseppe nel gruppo Facebook  94° al cuore a partire da una ricetta del blog Soul Crumbs, di Carlo Di Cristo, perchè il Covid-19 ci avrà anche chiuso le porte, ma non ci può impedire di provare a vivere una vita quanto più possibile normale, pur se in sicurezza.

Sono giorni di solitudine forzata, ore lunghissime e incertezza. Purtroppo non si può fare molto per alleviare la preoccupazione, se non regalare e mettere a disposizione ciò che abbiamo.

Pane con lievito madre e nocciole

Ingredienti

    Per il prefermento:
  • 10 g di licoli (lievito madre in coltura liquida) rinfrescato circa 3- 4 ore prima
  • 70 g di farina forte W380/400
  • 70 g di acqua
  • Per l'impasto:
  • 400 g di farina tipo 0 (di media forza W260/280)
  • 200 g di farina integrale a scelta
  • 420 g di acqua
  • 15 g di sale
  • 100 g di nocciole tostate

Preparazione

  1. Prepara il prefermento: poni in una ciotola il licoli, aggiungi l'acqua e mescola bene, aggiungi poi la farina, mescola ancora e lascia a temperatura ambiente, coperto con pellicola senza sigillare o con un piatto.
  2. Lascia maturare il prefermento per 10-12 ore a temperatura ambiente.
  3. Come fare per verificare se il prefermento è pronto?
  4. Dovrà avere numerose bollicine e iniziare a collassare nel centro.
  5. Puoi fare un'altra prova: porre una punta di cucchiaino di prefermento in un bicchiere colmo di acqua, dovrà galleggiare.
  6. Fai l'autolisi: metti nella ciotola dell'impastatrice 400 g di acqua, il prefermento e tutta la farina e impasta per qualche minuto. Lascia riposare un'ora.
  7. Aggiungi i restanti 20 g di acqua e il sale.
  8. Impasta fino ad arrivare quasi alla formazione della maglia glutinica.
  9. Trasferisci in una ciotola per 4 ore in luogo tiepido facendo giri di pieghe ogni 30 minuti per 4 volte. Inserisci le nocciole durante la prima piega.
  10. Terminate le pieghe lascia riposare fino al raddoppio.
  11. Forma una o due pagnotte e mettere in un cestino da lievitazione cosparso di semola.
  12. Inserisci il cestino in un sacchetto di plastica per alimenti per mantenere l'umidità e poni in frigorifero per circa 10-12 ore.
  13. Per la cottura accendi il forno a 250° (meglio usare una pietra refrattaria oppure la pentola che saranno inserite fin dall'inizio).
  14. Poni alla base del forno una teglia pesante dove al momento dell'infornamento verserai 100 ml di acqua per assicurare il necessario vapore nel forno, che consentirà di ritardare la formazione della crosta e un migliore sviluppo del pane.
  15. La pietra solitamente va scaldata per un'ora.
  16. Rovescia il pane su un foglio di carta da forno e fai un taglio nel senso della lunghezza con lama leggermente inclinata, non perpendicolare al piano di appoggio.
  17. Versa l'acqua nella teglia sul fondo del forno, fai scivolare il pane sulla pietra refrattaria e inforna.
  18. Dopo 15 minuti abbassa la temperatura a 200°C e continua la cottura per 30 minuti.
  19. Termina la cottura per ulteriori 10-15 minuti con lo sportello del forno leggermente aperto (eventualmente inserisci il manico di un mestolo per non farlo chiudere).
  20. Fai raffreddare in posizione verticale.
http://www.valentinavenuti.it/2020/03/pane-lievito-madre-nocciole/
Prossima volta farò meglio, perchè forse, dico forse, ho capito come fare il taglio.

Ci sono 6 commenti su Pane con lievito madre e nocciole

  1. Aurelia
    16 Marzo 2020 alle 16:50 (5 mesi fa)

    Semplicemente grazie per questo splendore ❤️

    Rispondi
    • superadmin
      16 Marzo 2020 alle 18:34 (5 mesi fa)

      Grazie a te Aurelia per essere passata <3

      Rispondi
  2. monica
    18 Marzo 2020 alle 0:00 (5 mesi fa)

    Questo pane deve essere buonissimo! Il tempo che si dedica a qualcosa che è importante per noi, non è mai tempo perso ma ti regala immense emozioni e aumenta la propria autostima! Parola di un’appassionata di lievitati.
    Bravissima!

    Rispondi
    • superadmin
      18 Marzo 2020 alle 9:27 (5 mesi fa)

      Grazie Monica :) sono assolutamente d’accordo con te, è importante avere passioni, ci aiutano a studiare per imparare e migliorare, ci offrono occasione per condividere e confrontarci con chi le condivide con noi in un continuo scambio.

      Rispondi
  3. Giulia
    30 Marzo 2020 alle 7:44 (4 mesi fa)

    Molto bello Valentina ne ho fatto uno simile con le noci, ma con proporzioni di farina diverse, se riesco a comprare le nocciole ci provo. Come al solito spiegato benissimo

    Rispondi
    • superadmin
      30 Marzo 2020 alle 9:56 (4 mesi fa)

      Grazie Giulia, a me con le nocciole piace moltissimo! La ricetta è molto semplice, ma ancora non sono riuscita a ottenere il risultato che vorrei! Continuo a provare ;)

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.