Tutti gli articoli della categoria ‘Generale’

Uova in camicia con agretti e crescenza

-  Nessun commento

Un’altra ricetta con un formaggio del Caseificio Vald’Aveto, questa volta la crescenza, che accompagna uova in camicia e agretti, una una verdura prelibata, che sa di primavera, compare infatti sul mercato solo per due mesi all’anno, dalla fine di marzo, per poi sparire a inizio maggio. Simile per aspetto all’erba cipollina, questa pianta ha foglie lunghe e filiformi di un verde brillante, un sapore leggermente acre ma consistenza tenera e succosa, un po’ simile allo spinacio, e fa particolarmente bene: rinfrescante, depurativa e leggermente tonica, […] Continua →

Maritozzi all’olio extravergine con panna montata e fragole

-  1 Commento

Il nome maritozzo, uno dei più famosi e antichi dolci della tradizione romana e laziale, deriva probabilmente da marito e le spiegazioni relative a questa scelta potrebbero essere due: una riguarda la vecchia usanza secondo cui il fidanzato regalava alla promessa sposa il primo venerdì di Marzo, che oggi corrisponde alla Festa di S. Valentino, il dolce che aveva in superficie una decorazione di zucchero rappresentante  due cuori trafitti e che a volte nascondeva un anello o un piccolo oggetto d’oro. L’altra la vede legata […] Continua →

Panzerotti di scarola

-  Nessun commento

“Una salute conservata con una dieta troppo severa è una noiosa malattia”. Hortense Laborie cit. Montesquieu “La cuoca del presidente” E’ appena passato il periodo di Carnevale, tempo di fritture, un metodo di cottura molto controverso, ci sono troppi luoghi comuni e pregiudizi a riguardo, ma ne parlerò più approfonditamente in un prossimo post. Adesso voglio piuttosto soffermarmi su un argomento, quello di voler a tutti costi rendere “light” i piatti tradizionali. Le ricette, spesso, sono state create dalle nonne più che dagli chef […] Continua →

Crostata con panna cotta all’Earl Grey

-  7 Commenti

  Lunedì mattina. La pagina “Nuovo articolo” della bacheca del blog aperta da venerdì. Indubbiamente ho avuto parecchie cose da fare nel weekend. Ma non è solo quello il motivo per cui questa ricetta non è ancora stata pubblicata. Perchè è difficile scrivere un post? “L’inizio è quel momento di distacco dalle molteplicità dei possibili”, scriveva Italo Calvino. Questo è il momento difficile, quello in cui l’autore deve fare una scelta, allontanando da sé “la molteplicità delle storie possibili, in modo da isolare […] Continua →

Cantucci con San Stè e noci

-  Nessun commento

Il San Stè fa parte dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT), cioè di quei prodotti agroalimentari e agricoli destinati all’alimentazione umana, caratteristici di un territorio e legati alle produzioni tradizionali locali. I PAT sono alimenti caratterizzati da metodiche di lavorazione, conservazione, stagionatura consolidate in un dato territorio da almeno 25 anni e sono inoltre strettamente vincolati a fattori quali la tradizione, il territorio, le materie prime e le tecniche di produzione. Formaggio tipico della Val d’Aveto, il San Stè è un formaggio grasso, a […] Continua →

Pains au raisins

-  Nessun commento

Sono stata già parecchie volte in Francia, ma ci tornerei altrettante, innanzitutto perchè ancora non ho visto Parigi e poi perchè è una regione vastissima e i luoghi da vedere sono tanti come pure le esperienze da fare. E poi, diciamocelo pure, i francesi sono particolarmente bravi a valorizzare il loro patrimonio, molto più di noi italiani, per vederlo basta viaggiare lungo la costa ligure dopo Ventimiglia, il passaggio da una nazione e l’altra è particolarmente evidente, lo ho potuto verificare durante ogni mia […] Continua →

Tortelli di farina di castagne con patate e prescinsöa

-  Nessun commento

Incredibile, non scrivo da più di un mese e più passa il tempo più non riesco a scrivere. La ricetta era pronta da tempo, non devo fare altro che buttare giù un’introduzione, anche una qualsiasi. Ma niente. Qualsiasi distrazione mi porta altrove, lontano da ciò che voglio fare. Mi fisso sulla schermata bianca della pagina del blog e mi prende una sorta di inquietudine. Rimando. Intanto non sono tenuta a farlo, non ho nessun obbligo tranne che l’impegno che mi sono presa […] Continua →

Nocciolato

-  1 Commento

Ricordate la filastrocca sulla Befana? Ce ne sono ben 12 versioni! La mia suonava così La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte è vestita alla romana: Viva viva la Befana! La mia Epifania iniziava con l’emozione di alzarmi dal letto e correre in cucina per scoprire con che cosa avesse riempito le scarpe e le calze la Befana, anche quando, dopo essermi domandata come facesse a passare dalla cappa visto che c’era la ventola di aspirazione, ho scoperto che non […] Continua →

Il Pandolce genovese 2.0

-  1 Commento

Come è il mio Natale quest’anno? Così.   Penso alla credenza che hanno alcune culture che la fotografia catturi l’anima del soggetto fotografato. In realtà ne ruba l’essenza, cioè ne coglie il lato più intimo, i sentimenti più reconditi. Ma direi pure che la fotografia cattura l’anima del fotografo. Quando devo scattare una foto ad una ricetta ho bisogno di sentirmi coinvolta, non riesco a ricreare situazioni che non sento mie, quindi quest’anno cercavo tra le palline, e i nastri dorati, e i materiali sfavillanti […] Continua →

Risotto al radicchio trevigiano mantecato al Fontaveto

-  Nessun commento

Prodotto e confezionato nel caseificio da latte italiano intero proveniente da allevamenti di bovine ubicate nelle valli dell’Aveto e del Trebbia a pasta morbida, Fontaveto è un formaggio da tavola dolce e delicato, di color giallo paglierino, adatto sia da tavola che usato come ingrediente per molte preparazioni, grazie alla sua facilità a fondere e al suo sapore particolarmente delicato. Il formaggio a forma intera se opportunamente conservato tende nel tempo a stagionare accentuando le sue caratteristiche organolettiche e di palatabilità.     Per […] Continua →

Agnello in fricassea con carciofi

-  Nessun commento

Le origini del nome fricassea si perdono nella storia.     La radice di origine latina frixùra significa arrostire, friggere da cui poi la parola francese fricasseé che indica una tecnica di preparazione della carne, di solito pollo o coniglio, ma anche agnello, vitello, manzo, maiale, fegato, animelle o altre frattaglie, come verdure da sole o in accompagnamento – carciofi, funghi, patate e carote – oppure anche pesce, che vengono tagliati a tocchetti e fatti dapprima rosolare, poi cotti a lungo e infine insaporiti con una […] Continua →

Salame al cioccolato con castagne, gianduia e noci

-  8 Commenti

Martina si è fissata con il salame di cioccolato, per una settimana intera mi ha chiesto incessantemente di farlo, un tormento, tutti i giorni, più volte al giorno. E’ arrivata a scrivermi addirittura messaggi su whatsup da scuola. Non è più una bambina, adesso ha quindici anni, ma la sua mente è assediata da pensieri insistenti che le generano ansia e senso di colpa. Non so perchè  proprio stamattina ho voglia di raccontarvi la mia difficile vita di mamma di due ragazze che da quando […] Continua →

Pane Martino con farina di castagne e noci

-  1 Commento

Fedele ed affidabile compagno di vita, l’albero del castagno, un albero tanto generoso, è stato il centro intorno al quale ha ruotato gran parte dell’economia rurale dell’entroterra ligure e ne ha sostenuto e affiancato gli abitanti fino alla Seconda Guerra Mondiale. Da oltre sette secoli e fino alla Seconda Guerra Mondiale attorno a questa pianta è cresciuta e si è sviluppata una profonda cultura, consolidata dal succedersi delle generazioni e tanto rilevante da aver concesso al castagno l’onore di essere chiamato semplicemente l’erbu, […] Continua →

Burger di tonno con cipolle caramellate e uovo fritto

-  2 Commenti

L’autunno qui in Riviera ancora non si percepiva, ma, lasciandomi dietro il mare e viaggiando verso il Monferrato, lo potevo respirare insieme all’aria che entrava dal finestrino abbassato dopo aver lasciato l’autostrada, nel continuo saliscendi che mi avrebbe portato a Ponzone, nel Monferrato. I raggi del sole durante la giornata riuscivano a smorzare quell’odore umido e fresco, ma verso sera e nella luce lattiginosa della mattina aveva una nota elettrizzante, qualcosa che sembra spronare alla vita per renderla più intensa, prima che l’arrivo dell’inverno costringa ai […] Continua →

Tarte tatin di pere e mandorle

-  Nessun commento

Sono in partenza per la Garfagnana e vi assicuro che tra il mal di schiena e il tempo inclemente ho dovuto recuperare un po’ di determinazione che avevo perso per strada. Ma difficilmente vengo meno ad un impegno preso e poi non rinuncerei per nulla al mondo a questa occasione, oltre ad incontrare care amiche e conoscerne nuove, si parlerà di comunicazione e scrittura. Saper scrivere può sembrare facile, ma non lo è. Oggi non ho tempo di dilungarmi oltre sull’argomento, ma […] Continua →

Pere speziate affogate al Dolcetto d’Alba e tortino al cioccolato

-  1 Commento

Con l’arrivo dell’autunno la natura entra nella sua fase introspettiva. Se fino ad ora la vita ha potuto godere del calore del sole per esprimersi ed erompere, con l’arrivo dei mesi freddi tutto si svolge sotto il manto protettivo di madre terra dove, al sicuro dalle intemperie dell’inverno, il seme attende la nascita. Purtroppo abbiamo perso il senso dell’alternarsi delle stagioni ritmato dal ciclo della natura, che ci faceva percepire l’abbassarsi graduale della temperatura e faceva sì che la quotidianità si spostasse sempre più dall’aperto alla […] Continua →

Sordo, 100 years of Barolo

-  Nessun commento

  Un’altra gita fuori porta, un’altra visita in cantina, un’altra degustazione. A mano a mano che procede il mio studio del mondo nel vino, mi addentro sempre più profondamente nella materia e non posso eludere il fatto che sto incominciando a soffrire di dipendenza psicologica da quella droga leggera che è la sensazione eccitante che regalano i profumi e gli aromi del vino. Ma diversamente da molti altri, posso perlomeno sostenere che il mio piacere abbia una ragione didattica: il corso di […] Continua →

Pane incamiciato al cioccolato

-  3 Commenti

Nato con la camicia. E’ una tecnica messa a punto dal maestro Josep Pascual. E’ anche un modo di dire italiano che vorrebbe dire che è particolarmente fortunato. Ma in realtà una delle due pagnotte non ha avuto una buona sorte. Dopo aver ritagliato con pazienza lo stencil che doveva decorarlo, ho sbagliato foglio ed invece di posizionare quello di carta da forno, ho appoggiato quello di carta normale, che inevitabilmente si è tutta attaccata alla superficie del pane. Inutile provare a staccarlo. […] Continua →

Mini cheesecakes con ganache al cioccolato

-  Nessun commento

Adoro il cheesecake. Ho incominciato ad amarlo in Germania, dove esiste una ricetta simile fatta con il formaggio Quark al posto del Philadelphia, la Käsekuchen, una torta che viene rigorosamente cotta. Per questo motivo, cercando sul blog di Rossella una ricetta da provare per lo scambio del gruppo delle Bloggalline, non ho avuto dubbi sulla scelta: che Cheesecake fosse, ma nella variante cotta al forno. Partendo dalla ricetta originale che trovate qui , in realtà anche se sembra tutt’altro, non ho fatto grandi modifiche, ho solo […] Continua →

Pane pugliese tipo “Altamura”

-  Nessun commento

Per il coraggio e l’indole ribelle dei suoi cittadini, la chiamano la “Leonessa di Puglia”. Stiamo parlando di Altamura, una città che deve il suo nome alle poderose mura megalitiche elevate nel  500 a.C. e che dista a circa 40 Km da Bari e 19 da Matera, nella Murgia nord-occidentale, dove la Puglia tocca il confine con la vicina Basilicata. La città si fregia di un passato illustre, la presenza della civiltà umana è antichissima e risale a circa 400.000 anni fa; nel […] Continua →

1 2 3 8