Baguette con poolish di segale #wbd2014

-
7 Commenti

Ieri sera mancava meno di mezz’ora alla mezzanotte, e speravo di farcela a pubblicare in tempo.

Una giornata pesante, dall’inizio alla fine, vuoi pure le poche ore di sonno della notte prima che mi rendono incline ad un certo sconforto, avevo appena finito di aiutare mia figlia a fare una presentazione multimediale, cercando di consolare le sue lacrime di adolescente che ben ricordo, quando ci si dispera e non si sa bene perchè, quando nel “gruppo” vige la regola dell’uniformarsi e chiunque se ne discosti viene bollato come “sfigato”.

Alle mie figlie, fin dalla prima elementare, è stata appioppata una delle diagnosi più frequenti per i bambini che non vogliono seguire le lezioni, così come vengono proposte oggi, nel 2013, da una società evoluta: Sindrome da Deficit di Disattenzione ed Iperattività.

Al di là della diagnosi, la mia strada di madre, per giunta separata, è stata in salita e so che molte di voi mi potranno capire. Ma riprenderò questo argomento in altra occasione, perchè mi farebbe piacere affrontarlo, approfondirlo e condividerlo.

Quindi, vi stavo dicendo che finalmente ero qui, perchè ci tenevo tanto: per tutto il giorno avevo cercato, non dico tanto, un’oretta di quiete per scrivere la mia ricetta, e non mi volevo dare per vinta, anche se mi si chiudevano gli occhi.

Mi dispiaceva mancare l’occasione, ieri era la Giornata dell’Alimentazione , scelta da Zorra anche per il World Bread Day, la Giornata Mondiale del Pane per onorare il nostro pane quotidiano.

Mi sembrava pure il momento giusto per presentarvi la mia baguette, mia nel senso che la ricetta è stata messa a punto da me, di cui vado molto fiera e sapete perchè???

Qualche mese fa, presentata alla commissione del Richemont Club Italia, mi ha regalato un “merito”, oltre che qualche lacrima di emozione, anche se fuori concorso perchè la misura standard è 55 cm per un peso di 250 g, ma non sarebbe entrata nel mio forno, quindi ho dovuto ripiegare su una demi-baguette, dimezzando peso e lunghezza.

Poco importa se le foto erano tutte sgranate…e sono quelle di altre prove che ho fatto,dove avevo utilizzato farina di segale insieme a quella di frumento anche nell’impasto, in realtà la baguette che ho portato al Richemont Star è questa, in foto fatte con il cellulare

 

 PicMonkey Collage

 

 

DSC_0047.NEF-4

 

Ma non ce l’ho fatta…è scoccata la mezzanotte che ancora dovevo registrarmi :(

Vabbè, io ve la lascio ugualmente stamattina.

 

 

Baguette con poolish di segale #wbd2014

Vi scrivo la ricetta esattamente come va presentata, riportando dati tecnici della farina, tempi e temperatura finale dell' impasto .

Ingredienti

    Per il poolish:
  • g 150 di farina di segale bianca (tipo R1)
  • g 190 di acqua
  • g 20 di lievito madre in coltura liquida (idratazione 100%)
  • Per l'impasto finale:
  • g 850 di farina W 280/290 P/L 0,55 Farina Pizza e Focaccia Molino Grassi
  • g 520 di acqua
  • g 10 di malto
  • g 4 di lievito compresso
  • g 330 di poolish
  • g 20 di sale

Istruzioni

  1. Per preparare il poolish mescolate con una frusta tutti gli ingredienti e lasciate fermentare per 12-16 ore a 18-20°C.
  2. Adottate il sistema dell’autolisi: impastate in 1° velocità per 5 minuti farina, lievito liquido, l’acqua tranne 10% che andrà aggiunta successivamente.
  3. Lasciate riposare da 20 a 60 minuti.
  4. Aggiungete il lievito compresso, la restante acqua ed il sale ed impastate 3 -4 minuti in 2° velocità senza far prendere troppa forza all’impasto.
  5. Temperatura finale dell’impasto: 24°- 25°C
  6. Lasciate riposare in massa per 2 ore, dando delle pieghe dopo un’ora.
  7. Fate pezzature di 340 g (per avere un peso dopo la cottura di 250 g) ed arrotondate
  8. Lasciate riposare 10 minuti per fare rilassare l’impasto e formate dei filoni lunghi 55 cm.
  9. Mettete a lievitare con la chiusura verso l’alto su telo ben infarinato per circa 60 minuti ad una temperatura di 25-26°C.
  10. Infornate a 230°-240°C con vapore iniziale per circa 25 minuti terminando la cottura con valvola aperta.
http://www.valentinavenuti.it/2014/10/baguette-con-poolish-di-segale-wbd2014/

 

DSC_0038-1-2

Ci sono 7 commenti su Baguette con poolish di segale #wbd2014

  1. Pattipatti
    17 Ottobre 2014 alle 12:24 (5 anni fa)

    Meravigliose queste baguettes… fantastiche! Vedere il tuo pane è appagante per gli occhi e per l’acquolina… Un bascione e buon we

    Rispondi
  2. Ale Titti
    17 Ottobre 2014 alle 13:11 (5 anni fa)

    Molto belle le tue baguette Valentina, complimenti!!!!!!!!!! Un abbraccio!!!!

    Rispondi
  3. Isabel
    17 Ottobre 2014 alle 14:06 (5 anni fa)

    E in quelle ore notturne, anche se io ero già beatamente nelle braccia di Morfeo, ti ho mandato il mio pensiero felice perchè oggi sia una bella giornata. C’è il sole :)
    E pensare che per pranzo ho mangiato una rosetta secca e asciutta con una fettina di prosciutto e poi vedo questa baguette meravigliosa….

    Rispondi
  4. paola
    17 Ottobre 2014 alle 14:54 (5 anni fa)

    anche io volevo preparare qualcosa per la giornata del pane ed invece tante cose mi hanno impedito di farlo,ottimo il tuo pane,delizioso

    Rispondi
  5. Maria teresa
    18 Ottobre 2014 alle 2:12 (5 anni fa)

    Cara Valentina ti capisco perfettamente, il mestiere di mamma è ben difficile…mi interessa anche molto il tuo parere di genitore rispetto alla scuola, essendo io un’insegnante.
    Ed ora la baguette, son venuta a vederla subito, sono sempre incuriosita dalle procedura e dai blend di farine che vengono utilizzate. La segale mi attira sempre, conferisce all’impasto un gusto particolarissimo. Anch’io tendo ad utilizzarla con facilità. Ieri invece ho presentato delle batard con barbabietola e vegetali.
    Grazie sempre per i tuoi preziosi consigli, ti mando un forte abbraccio
    Maria Teresa

    Rispondi
  6. maia
    18 Ottobre 2014 alle 9:17 (5 anni fa)

    Che meraviglia … ho giusto un pacchetto di farina di segale bio da usare!!!!!

    CIAO

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.