Gnocchi di cavolfiore con cipolle di Tropea e acciughe

-
2 Commenti

Mi piace sperimentare, ormai lo avrete capito.

E difficilmente manco un colpo.

Mi sono domandata perchè e ho trovato la risposta nella capacità che non so come mi ritrovo in dono, un’abilità cognitiva legata all’immaginazione, la capacità di “pensare” per immagini, che mi consente di anticipare un’esperienza del mondo profonda e più immediata.

Sono bravissima anche nell’arredare la casa, perchè quando vedo un mobile o un oggetto riesco ad inserirlo nel posto giusto, azzeccando l’abbinamento dei colori e le misure con il solo aiuto della visualizzazione. Una volta mi trovavo da Leroy Merlin e dovevo acquistare della pittura per dipingere la sala da pranzo dove già avevo un decoro che mi condizionava nei colori. Ebbene, sono riuscita a scegliere la stessa identica tonalità di grigio.

Questa cosa non smette mai di sorprendermi.

La capacità di visualizzazione in realtà non coinvolge solo la vista, ma anche gli altri sensi attraverso cui le esperienze quotidiane percettive vengono registrate, in modo particolare il gusto, per cui mi è possibile immaginare un sapore e perfino l’associazione di più sensazioni gustative, sperimentate nella realtà singolarmente.

Un giorno ho pensato di provare a fare degli gnocchi senza patate, li ho resi più rustici con l’aggiunta di farina di grano saraceno e li ho accompagnati con un bel condimento saporito.

Sono davvero buonissimi!

Gnocchi di cavolfiore con cipolle di Tropea e acciughe

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti

    Per gli gnocchi:
  • 1 cavolfiore medio
  • 150 g di farina tipo 00
  • 50 g di farina di grano saraceno
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 pizzico di sale
  • Per il condimento:
  • 2 cipolle rosse di Tropea
  • 4 filetti di acciughe sotto sale
  • 2 cucchiai di olive taggiasche
  • la scorza di mezzo limone tagliata a filetti
  • olio extravergine
  • ricotta salata a piacere
  • un rametto di timo fresco
  • sale

Istruzioni

  1. Per gli gnocchi: monda il cavolfiore, lavalo, dividilo in cimette (circa 500 g) e ponilo in una teglia con mezza tazzina di acqua, copri con un foglio di alluminio e cuoci per 10 minuti in forno a 180°C. Elimina l'alluminio e prosegui la cottura ancora per circa 15-20 minuti senza far prendere colore. E' importante che il cavolfiore non sia troppo acquoso. Quando sarà tenero, passalo allo schiacciapatate.
  2. Fai cadere la purea in una ciotola e amalgamala con le farine, il tuorlo e il sale, passa il composto sulla spianatoia e impasta fino a formare una palla omogenea, eventualmente se occorre aggiungi ancora poca farina. Dividi l'impasto in filoncini, tagliali a tocchetti e passali sui rebbi di una forchetta per formare la classica rigatura.
  3. Poni sul fuoco una pentola di acqua e porta a bollore.
  4. Nel frattempo dissala le acciughe sotto l'acqua, diliscale e spezzettale; sbuccia e affetta le cipolle. Versa in un largo tegame 3 cucchiai di olio, aggiungi le acciughe e lasciale sciogliere a fiamma dolce un paio di minuti. Unisci le cipolle, sala, copri e stufa a fuoco basso, aggiungendo un paio di cucchiai dell'acqua di cottura della pasta se occorre. Lascia cuocere le cipolle per una decina di minuti finché saranno morbide, aggiungi le olive e la scorza di limone, mescola e leva dal fuoco.
  5. Cuoci gli gnocchi nell'acqua bollente salata fino a che verranno a galla. Scolali con una schiumarola e versali direttamente nella padella con il condimento. Aggiungi delle foglioline di timo fresco, mescola e servi immediatamente, spolverizzando a piacere con una grattata di ricotta salata.
http://www.valentinavenuti.it/2018/05/gnocchi-di-cavolfiore-con-cipolle-di-tropea-e-acciughe/

 

Ci sono 2 commenti su Gnocchi di cavolfiore con cipolle di Tropea e acciughe

  1. sandra
    17 maggio 2018 alle 10:38 (2 mesi fa)

    io mi ripeto ma tu sei veramente geniale!
    anche io vado per “immagini”, visualizzo e procedo e con la cucina funziona!
    sono contenta che hai traslocata e ti sei fatta un dominio tutto tutto tutto tuo!

    Rispondi
    • superadmin
      17 maggio 2018 alle 13:23 (2 mesi fa)

      Grazie Sandra ♥ sempre un piacere leggerti! Un abbraccio cara

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Benvenuto e grazie di esserti fermato! Se ti fa piacere lascia qui un tuo commento, per me è importante sapere quello che pensi e se potrò ti risponderò volentieri o passerò a trovarti.